modaedesign.com | BLOG

  • Sedie, la scelta per i locali pubblici

    State arredando il vostro locale pubblico e arrivate alla scelta delle sedie: su quali criteri ci si deve basare?

    scab-design_diva-star_2209-cr_sedie-moderno

    Le sedute come le sedie in un locale pubblico devono essere scelte principalmente in base all'utilizzo e la posizione che occuperanno nella sala. È chiaro che una sedia che venga posta vicino a un tavolino dovrà essere più bassa di uno sgabello vicino al bancone bar. La funzione della sedia diviene quindi il primo criterio di scelta, ma non il solo.

    Le sedie in un locale pubblico devono essere particolarmente comode per adattarsi a un pubblico vasto: non si sa chi andrà a occuparle, per cui è importante che le sedie forniscano alla potenziale utenza una corretta postura.

    Naturalmente, c'è il nodo dello stile: è sempre meglio optare per delle sedie di design, che combinino estetica e buona qualità. Non solo: lo stile deve combaciare con il resto dell'arredamento scelto per il locale: questo significa creare armonie cromatiche e dal punto di vista dei materiali di cui queste sedie sono composte.

    La presenza delle sedie può essere combinata con altri tipi di sedute, come divanetti o pouf, secondo il segmento di pubblico che fruirà il locale, le sue dimensioni e il tipo di stile moderno adottato dall'esercizio.

  • Arianna e il suo simpatico amico un pouf arancio di nome Spritz

    Un giorno qualunque di inizio Febbraio a Milano. La città si sta svegliando, mentre un debole sole illumina il corso dei Navigli. In un minuscolo appartamentino in via Casale, le finestre aperte sul piccolo balconcino lasciano entrare un’aria fresca e frizzante.Arianna si appresta a chiuderle. Si infila le scarpe. Ed esce con giacca e borsa in mano, il rossetto appena accennato  e qualche goccia di profumo. La casa resta immobile. Solo il suo grosso pouf arancio a colorare il soggiorno. Lui che controlla imperscrutabile la stessa scena ogni mattina, con due occhi grandi e rotondi. Spritz è il suo nome. Sono migliori amici da una vita, lui e Arianna. Da quando arrivata a Milano da un piccolo paese in provincia di Viterbo ha iniziato a peregrinare per la grande città. Insieme hanno visto passare 10 diversi coinquilini, 4 appartamenti, 2 fidanzati e mezzo, 3 gatti e un’iguana chiamato Agenore. E oggi è di nuovo il giorno del suo compleanno: 32 anni suonati. In ritardo come tutte le mattine per andare in agenzia, ovviamente. Lavoro, lavoro, lavoro. Solo il tempo di recuperare una brioche al bar sotto casa e rincorrere il tram con un velo di zucchero steso ad incipriarle il viso. Intanto il gatto Mafalda si accoccola sul grosso goffo pouf arancio. Spritz alza gli occhi al cielo e attende beato il ritorno dell’amica.

    foto-primo-episodio
  • Divani: come sceglierli per un locale pubblico

    In una casa, un divano ha molte funzioni, in un locale ne ha solo una.

    puma_divano_poltrona_avalon_5

    Quando si sceglie un divano per la propria casa, esso deve corrispondere sì a dei criteri estetici e di design, ma soprattutto deve rispondere a una comodità individuale, che sia al massimo estesa agli altri membri della famiglia, alle logiche legate alla presenza di eventuali animali domestici, cani o gatti che siano poco importa. Tutto cambia quando si parla di divani per i locali pubblici, che devono rispondere invece a dei criteri maggiormente collettivi.

    I divani per i locali pubblici, bar, discoteche, ristoranti, alberghi, devono piacere a un più ampio segmento di persone, che non sono legate da nessun rapporto tra di loro: due differenti gruppi di astanti in un bar, potenzialmente, non si conoscono nemmeno. Quindi la comodità per cui si opta deve essere universale e i divani non devono essere troppo alti o troppo bassi, in molti casi è meglio evitare anche l'ingombrante presenza di braccioli.

    Per quanto riguarda i criteri estetici del divano nei locali pubblici, basta scegliere lo stile di arredamento che già domina il locale, badando di non creare troppe assonanze cromatiche. Ai divani possono essere aggiunti anche dei pouf, purché nello stesso stile e materiale dei divani.

  • Pouf poggiapiedi, non solo funzionalità

    I pouf poggiapiedi rappresentano quello che si immagina per il massimo del relax.

    avalon-pouf-rigido-cubo-90-rosso-7290_2

    Si tratta di normalissimi pouf dalle piccole dimensioni, dei complementi per l'arredamento, la cui funzionalità è già nel nome: vengono utilizzati per tenere sollevati i piedi quando si è comodi su una qualunque seduta, dal divano alla poltrona fino alla poltrona sacco.

    Non solo (altrimenti l'argomento sarebbe un po' troppo riduttivo): questi pouf sono così stabili che, volendo non utilizzarli come poggiapiedi, possono fungere da morbidi tavolini da salotto, con due vantaggi: l'allegria del colore - che può essere scelto in armonia o in contrasto con il resto dell'arredamento - e la facilità con cui il tessuto del pouf può essere pulito.

    In pratica, sembrerebbe che un pouf poggiapiedi sia un complemento importante proprio per la sua funzionalità. Ma in realtà può e deve essere scelto anche in base ad altre logiche, come la logica dell'estetica in senso lato.

    Per capirlo, basta fare un esempio: si dispone, in un salotto, di un determinato spazio nei pressi del divano. Questo spazio può essere occupato da un pouf poggiapiedi, sia per le sue caratteristiche funzionali - cui si aggiunge anche la funzione come seduta tout court - sia per ragioni di simmetria, di armonia, di dissonanza, e così via.

  • Bals, i pouf in cui affondare nel relax

    Cosa si prova nell'affondare in un pouf Bals di Avalon.

    avalon_pouf_poltrona_sacco_BALS_ecopelle_mamba_29

    Fresco d'estate a caldo d'inverno. La prima volta non si scorda mai: ci si avvicina e ci si siede come circospetti. Il primo impatto è morbido il giusto, né troppo né troppo poco, poi ci si lascia andare pian piano, si adagia la schiena sul resto della stoffa e si dilaga. È quello che si prova accostandosi per la primissima volta a un pouf Bals di Avalon.

    Naturalmente, qui abbiamo spiegato una sensazione che si prova a distendersi, ma questo pouf ha numerosi vantaggi, tra cui la possibilità di essere utilizzato in differenti posizioni, da seduti con la postura giusta, da stesi o come si preferisce. I tessuti in cui è realizzato presenta innumerevoli vantaggi, tra cui quelli di richiedere poca manutenzione e pulizia quotidiana essenziale e veloce. I peli di animale, poi, non si attaccano a esso e questo è un duplice vantaggio per chi possiede cani o gatti.

    Il pouf Bals è l'ideale per chi vuole trascorrere delle ore in completo relax - fornendo un riposo tale che quasi bisogna stare attenti a non addormentarsi, tanto è comodo - durante la lettura di un libro o la visione di un programma televisivo, o - perché no? - per giocare con i propri figli.

  • Pouf, perché scegliere lo shopping online

    Lo shopping online prende sempre più piede, soprattutto quando si tratta di arredamento: ecco perché è ottimale per l'acquisto dei pouf.

    avalon_pouf_cuscino_xxl_ecopelle_solacryl_fasciato_4_10

    La domanda più ricorrente, quando si deve fare un acquisto online, che ci si ritrova a porsi è: «Quello che sto comprando giungerà a casa mia intatto o i corrieri lo sballotteranno fino a romperlo?» Sicuramente, ci sono molti pregiudizi e paure dietro questo pensiero, ma ci sono alcuni oggetti che non possono comunque rompersi o rovinarsi durante il trasporto: i pouf sono tra questi.

    Naturalmente, anche se lo shopping online è così tanto di moda, ci sono delle "regole" da rispettare per espletare al meglio quest'attività tanto comoda, soddisfacente e anche divertente. Una di queste regole è controllare i feedback delle aziende che offrono il servizio di shopping online. Quando parliamo di pouf la qualità è sinonimo di sicurezza ed è quindi fondamentale.

    Un pouf deve avere determinate caratteristiche, sia che lo si acquisti online, sia che lo si acquisti in un negozio tradizionale. È sempre meglio sceglierlo made in Italy, perché questo ne garantisce la qualità sia dei materiali utilizzati sia dell'ottima fattura. Se si ha esperienza del marchio, la procedura è ancor più semplice, perché già si sono toccati con mano i vantaggi di un determinato pouf.

  • Come scegliere la propria poltrona

    Una poltrona non è semplicemente un accessorio, una seduta opzionale all'interno di un salotto.

    divano-poltrona-2-posti-avalon-kulipi-ambientata

    Una poltrona può essere anzi ciò che attribuisce carattere al salotto stesso, con il proprio stile, con la propria "personalità". Certo, appare insolito attribuire una personalità a una poltrona, ma naturalmente ci si riferisce alla personalità del designer che l'ha creata, o meglio quella del design che appare nelle forme estetiche in cui la poltrona si presenta.

    Ma come si fa a decidere quale poltrona faccia al caso proprio? Innanzi tutto, bisogna vagliarne la funzione, allargando il concetto di poltrona, così, anche alle poltrone sacco: se la stanza presenta un salotto informale, occorre continuare ad abbracciare delle sedute informali, a titolo di esempio. Per i salotti formali, invece, sono consigliate sempre e comunque le poltrone tradizionali, magari con i piedini visibili e in legno.

    Poi ci sono anche i fattori estetici: se già sono esistenti nelle stanze altre sedute, come per esempio un divano, è meglio proseguire su quella falsariga. Quindi questo significa optare per materiali e colori che appartengono alle altre sedute già presenti. Questo però non significa adottare scelte monocrome, ma si può pensare anche a delle fantasie o scegliere dei cuscini da abbinare alla poltrona o un pouf poggiapiedi.

  • Pouf: i 5 modelli che non possono mancare in ogni casa

    Un breve viaggio tra i pouf più diffusi, più amati, più scelti e più utilizzati, quelli insomma che non dovrebbero mai mancare in una casa.

    pouf-contenitore-avalon-112-verde-acido-ecopelle-dettagli

    1. Pouf contenitori. Sembrano essere nati per gli amanti dell'ordine. Con i pouf contenitori si risparmia un sacco di spazio, perché, oltre a essere - appunto - contenitori, sono anche delle ottime sedute, in particolare per brevi tempi, come in camera da letto per esempio.

    2. Pouf poggiapiedi. Si accompagnano ad altre forme di sedute, come poltrone, divani o altri pouf più grandi. Costituiscono una vera e propria comodità della quale, una volta conosciuta, non si potrà fare più a meno.

    3. Poltrone sacco dalle forme più disparate. La poltrona sacco è un'elegante alternativa alla poltrona tradizionale. O anche no, nel senso che può coesistere in stanze dove sono presenti poltrone tradizionali. Ne esistono di varie forme, si va da quelle più classiche «a pera», fino alle bals e molto altro.

    4. Pouf per bambini. I minipouf per i più piccoli sono sedute per giocare e per conservare una corretta postura. Sono semirigidi e quindi tutte le mamme del mondo potranno dormire sonni tranquilli.

    5. Pouf letto. Questo tipo di pouf è pensato soprattutto per i più giovani, come gli studenti universitari o i conviventi nel loro primo appartamento: i pouf letto sono ottimi per gli ospiti, ma anche per rilassarsi tra una lettura e un buon film una volta che si torna a casa dal lavoro.

  • Pouf personalizzati in occasione del Natale

    Anche a Natale, ditelo con un pouf personalizzato.

    pouf_personalizzato_idea_regalo2

    Si è sempre alla ricerca della strenna natalizia perfetta, quella che ci renderà più facile comunicare il nostro affetto alle persone care. Ma ogni persona che costella la nostra vita è una persona unica, soprattutto quelli che sono più vicini a noi: compagni, fratelli, genitori, figli, amici del cuore sono i destinatari perfetti per questo qualcosa di unico di cui siamo alla ricerca. Per loro il regalo unico nel suo genere può essere un pouf personalizzato con una frase tessuta.

    Una piccola dedica, una citazione, un semplice «ti voglio bene» o «non ti dimenticherò mai» - che poi tanto semplici non sono - possono essere quello che decidiamo di far tessere sul nostro pouf personalizzato. Si parte dalla scelta di un pouf di partenza, che sia rigido o una poltrona sacco poco importa - il tutto dipende dal gusto di chi fa il regalo e da quello che sa di chi lo riceverà - e poi dal tipo di personalizzazione.

    Un pouf personalizzato è quindi il modo perfetto per mostrare a chi amiamo che lo consideriamo unico e irripetibile, insostituibile, esattamente come il dono che sta scartando e che, anche per lui o per lei, sarà unico, irripetibile e insostituibile. E non c'è momento più speciale del Natale per comunicare questo.

  • Idee regalo a tema arredamento

    Quando arriva il Natale non si sa mai che regalo fare: perché non un regalo a tema arredamento come un pouf?

    pouf_cane-61_1_1_1_1

    Un regalo a tema arredamento per il Natale risolve parecchi problemi e parecchie indecisioni, soprattutto se la persona che lo riceverà la si conosce piuttosto bene. Questo accade perché sono tantissimi i regali a tema arredamento che si possono fare: si va dai portafotografie fino agli orologi da parete o gli orologi a cucù, senza scordare le lampade da tavolo, ma niente più di un pouf risulta versatile per moltissime persone.

    Questo accade perché il pouf è un complemento d'arredamento unisex: è in grado, quindi, di fare la gioia sia degli uomini sia delle donne. Non solo: alcuni modelli di pouf sono pensati per i più piccoli e quindi anche i bambini potrebbero ricevere in regalo un pouf giocoso ed esserne felici. Così come i nostri amici animali, dato che esistono pouf dedicati a cani e gatti, fatti con tessuti speciali, atti a durare nel tempo.

    Un pouf diventa così la parabola dell'amore. Pensiamoci un attimo: cosa evoca il pouf? Innanzi tutto un pouf evoca la comodità e la morbidezza. Dà dunque l'idea di destinare a coloro che si ama un posto caldo e tranquillo in cui trascorrere il proprio tempo libero in completo relax.

Oggetti 1 a 10 di 516 totali

Pagina:
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5
  6. ...
  7. 52